mercoledì 20 aprile 2011

Berlino


...Questa separazione non è che una strada sotto la pioggia.
Arriveranno notizie,
mi tufferò, correndo, verso nuove scelte....
Ritorno. In me non c'è che la notte di questa separazione.
In me la tua solitudine. Solitudine:
pane di ricordi che non sazia.
A Berlino, nella mia stanza d'albergo, brilla il sole.
A Berlino c'è il bisbiglio inzuppato degli uccelli
-stamattina è piovuto- e poi i tram,
e il tempo. Non si decide a muoversi il tempo.
E'rigido, gelato.
Si potrebbe appenderlo ad un chiodo, il tempo.
E tagliarlo col coltello.
Sono in una prigione col più spietato degli aguzzini:
il tempo.
A Berlino nella mia stanza è pieno di sole......

(Da "Berlino", di Nazim Hikmet)

.....Addio, Berlino.......


Emily