martedì 29 marzo 2011

Berlin Berlin


Berlino è sempre diversa da come uno se la immagina.

Berlino è nuova, è colorata, è solare anche se fa freddo.

A Berlino c'erano troppe cose pesanti da dimenticare, c'era una generazione che voleva crescere e voleva crederci. Così hanno cancellato il grigio coi colori: quelli della East side gallery, e quelli che hanno fanno sorridere i casermoni della ddr. A Bahnof zoo si vendono le ciambelle. Tutto è pulito, lindo, sorridente. I palazzi grandi e luminosi di Postdamer platz sembrano quelli di una Gotham city materializzatasi nel centro dell'Europa. E dovunque sventolano le bandiere arcobaleno, perchè diverso è bello, diverso è normale.

Nella piazza memoriale dell'olocausto le pietre gridano mute verso il cielo. Ma poi la piazza diventa un grande spazio ludico dove correre e perdersi in meandri fatti a dislivelli.

A due passi dal Reichstag. Perchè Berlino ha una storia pesante...ma adesso è rinata. Solo ieri.

Emily

(in foto: Sulla Trabant)